IMG_0383Ora più che mai, in regime di emergenza, non dobbiamo dimenticare che esistono ancora quelle sitiuazioni di malattia che viaggiano parallele a questa.
Continua perciò l’impegno della nostra associazione nel sostegno alla ricerca contro la leucemia infantile. È un progetto che riteniamo molto importante, nel quale crediamo molto e che rispetto al precedente ha ristretto il campo di ricerca ad una rara forma di leucemia mieloide, la Leucemia Megacarioblastica Acuta (AMKL).
Si tratta di un sottotipo di leucemia mieloide acuta caratterizzata dalla presenza di cellule megacarioblastiche, ed è significativamente più frequente in età pediatrica (10% dei casi) rispetto all’età adulta (1% dei casi). La AMKL può insorgere sia de novo che in bambini affetti da sindrome di Down (DS-AMKL). Tuttavia, mentre le Leucemie Megacarioblastiche Acute in bambini affetti da sindrome di down hanno un tasso di sopravvivenza dell’80% circa, le AMKL de novo sono associate a una prognosi sfavorevole e infausta.
La leucemia megacarioblastica è molto rara e colpisce in Italia circa 6/7 bambini all’anno, di solito sotto i cinque anni d’età. La rarità da un lato è una buona notizia, ma complica notevolmente la situazione dal punto di vista della ricerca, in quanto si studia il profilo molecolare preciso, andando a cercare anomalie genetiche e cromosomiche: mutazioni e alterazioni della struttura dei cromosomi.
L’obiettivo di questa ricerca è quello di determinare l’origine cellulare della Leucemia Megacarioblastica Acuta de novo indotta dalla trasformazione attuata dall’oncogene di fusione nelle cellule fetali progenitrici prodotte nel midollo osseo e immesse nel sangue (cellule staminali ematopoietiche).
È alquanto complicato spiegare e rendere semplice, cercando parole di uso comune, un argomento così complesso, per cui vi invitiamo, per maggiori dettagli e informazioni, ad andare a vedere i filmati, qui linkati e presenti sul nostro canale Youtube, realizzati nel laboratorio di ricerca durante una delle nostre visite in cui ci ha guidato il Dott. Masetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...